giovedì 6 luglio 2017

Recensione: Flights and chimes and mysterious times, di Emma Trevayne

Titolo: Flights and chimes and mysterious times
Autore: Emma Trevayne
Editore: Simon & Schuster books
Pagine: 336
Consigliato: sì!!!

Trama:

Ten-year-old Jack Foster has stepped through a doorway and into quite a different London.
Londinium is a smoky, dark, and dangerous place, home to mischievous metal fairies and fearsome clockwork dragons that breathe scalding steam. The people wear goggles to protect their eyes, brass grill insets in their nostrils to filter air, or mechanical limbs to replace missing ones.
Over it all rules the Lady, and the Lady has demanded a new son—a perfect flesh-and-blood child. She has chosen Jack.
Jack’s wonder at the magic and steam-powered marvels in Londinium lasts until he learns he is the pawn in a very dangerous game. The consequences are deadly, and his only hope of escape, of returning home, lies with a legendary clockwork bird.
The Gearwing grants wishes—or it did, before it was broken—before it was killed. But some things don’t stay dead forever.


Recensione:

 Signore e signori, lettori e lettrici, ho trovato la mia nuova autrice preferita, e si chiama Emma Trevayne.
Flights and chimes and mysterious times, ovviamente inedito da noi, l’ho conosciuto come spesso mi accade su instagram. Ho visto la copertina e me ne sono innamorata.
Non la trovate bellissima?
Dalla trama mi è sembrato interessante, anche se non aspettavo che mi avrebbe conquistata così durante la lettura.
La trama: Londra, 1899. (notare come iniziamo subito con luogo e data, così abbiamo tutto più chiaro. Sì Ya che non vi date pena di dircelo, sto fissando proprio voi)
Jack Foster ha 10 anni, ed è appena tornato a casa da scuola. Ma sua madre non lo guarda, lo trova fastidioso, presa com’è dalle feste che organizza a casa sua, e dagli incontri esoterici con un mago strano di nome Lorcan.
Ma Lorcan ha dei poteri magici, e quando dimostra interesse in Jack, quest’ultimo ne rimane incuriosito. Ma la madre come al solito si mette in mezzo, quindi Jack segue di nascosto Lorcan fino al Big Ben e fino… ad una spaccatura nel muro che lo conduce nell’impero delle nuvole, e alla sua capitale, Londinium.


 "There are doorways, and there are doorways. Of the first type, there are many: into bedrooms and shops, schools and houses and parlors. 
Of the second type, there were fewer, and only one that matters for this tale."

Londinium è la copia di Londra, realizzata da Lorcan stesso, ma è steampunk. In cielo viaggiano velieri volanti, fatine svolazzano nei parchi della città, e la gente ha braccia aritificiali o occhi bionici, a seconda di cosa hanno perduto o di cosa si sono ammalati.
Lorcan sta cercando Jack, perché deve diventare il nuovo figlio della Lady, la regina della città.
A inizio volume troverete la pianta di Londra con i luoghi visitati da Jack, e alla fine invece troverete la piantina di Londinium, i cui nomi sono leggermente modificati. Ed è una cosa originalissima e molto divertente.


A cavallo quindi tra Coraline (l’altra madre e l’altro mondo in cui Jack è amato e può avere mille avventure) e NessunDove, entrambi di Neil Gaiman (Londra di sotto e Londinium), Flights and chimes ha una prosa poetica e fatata a volte, che si fa leggere e che ci avvolge.
Sono rimasta colpita dall’immensa immaginazione dell’autrice e ancora di più dal suo modo di trasportarci in questo mondo.
Jack è un bambino intelligente e coraggioso, i personaggi secondari come Lorcan sono tutti molto distinguibili e interessanti.
Londinium, se esistesse veramente, sarebbe di sicuro una città che amerei visitare, pur con i suoi problemi e la sua pericolosità.
Una storia di avventura e coraggio, di magia e di meccanica steampunk, di speranza e di sogni infranti. Di come si capisca il valore di qualcosa solo quando l’abbiamo perduta.
Un libro completo e che finisce senza indugio tra i miei preferiti. Ho già ordinato il secondo libro della Trevayne e non vedo l’ora di leggerlo.
E’ un autoconclusivo e il livello di inglese non è particolarmente difficile, pur essendo a volte tendente al fantasioso. Lo consiglio vivamente (vivamente vuol dire che dovreste davvero comprarlo tutti, anche perché costa appena 6 euro).

Voto:


6 commenti:

  1. Non conoscevo questo libro, ma la trama sembra molto interessante e da come ne parli dev'essere davvero bello!
    Mi sa che finisce in Wishlist, grazie mille per il consiglio letterario e ottima recensione ❤

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, sono sempre contenta quando qualcuno aggiunge in wishlist i miei suggerimenti!

      Elimina
  2. Ero davvero curiosa di leggere la tua recensione e ora il libro finisce dritto dritto in wish list! Sono davvero curiosa di visitare Londinium e, soprattutto, di vedere lo stile dell'autrice! :)

    RispondiElimina
  3. Voglio leggere questo libro da quando è uscito, mi ispira troppo *__*

    RispondiElimina